SIGNORI… MINA! – VOL. 1

Vai alla compilation LOVERS Vai alla compilation LOVERS Torna all'indice delle Miscellanee Vai alla compilation QUEI FAVOLOSI ANNI ’60 • 1966 – 11 Vai alla compilation QUEI FAVOLOSI ANNI ’60 • 1966 – 11
SIGNORI... MINA! VOL. 1
CD RARO! Records / Fonit Cetra TCDL 359; 1993
Su licenza Acqua Azzurra, Alfa/Slalom, Alfiere, Ariston, Curci, D.R., Fama, Italcarish, Jubal, PDU, Radio Record, Ri-Fi Music, Sedrim, Settenote, SIAE, Warner Chappel.
“Non arrenderti, uomo (Keep Your Hand on That Plow)” è conosciuta anche con i titoli “Non arrenderti”, “Non arrenderti mai, uomo” e “Non arrenderti, mai”.
Il medley con Lucio Battisti è il famoso duetto Mina-Battisti trasmesso in tv il 23 aprile 1972.
Clicca per leggere le note di copertina
Signori… Mina! Due sole brevi parole per un rituale che si ripeteva ogni sabato sera nel lontano 1965. Così la voce di Lelio Luttazzi introduceva Mina, la vedette assoluta di “Studio Uno”, storico show televisivo di Antonello Falqui. Il successo dello spettacolo viaggiò parallelamente alla grande popolarità della cantante che divenne poi con “Sabato sera-Studio Uno ’67”, “Canzonissima ’68”, “Teatro 10” e “Milleluci”, la protagonista indiscussa del varietà televisivo. Mina, giovanissima, nel ’61, a soli tre anni dal debutto canoro, aveva partecipato alla prima edizione di “Studio Uno” insieme ad alcuni mostri sacri del varietà internazionale di quel momento come Marcel Aumont, le Gemelle Kessler, Walter Chiari, Mac Ronay, Don Lurio e il Quartetto Cetra. La magia di quelle indimenticabili serate televisive e altre “performance” dell’artista in qualità di ospite in altre trasmissioni, possiamo riviverle oggi ascoltando, per la prima volta su disco, le sue più belle interpretazioni dal vivo.
Raro! Records, in collaborazione con la Fonit Cetra e la RAI Radiotelevisione Italiana, ha realizzato una serie di quattro compact-disc e relative musicassette per proporre al grande pubblico questa preziosa documentazione.
Nel primo album, Mina interpreta una serie di brani tratti da alcuni di questi show. Da “Sabato sera” sono stati ripresi alcuni successi del repertorio italiano e internazionale rivisitati per l’occasione. “La musica è finita”, di Umberto Bindi e Franco Califano, proposta da Ornella Vanoni al Festival di Sanremo di qualche mese prima; “Gente”, versione italiana di “People”, evergreen portato al successo da Barbra Streisand; “A chi” ricordata soprattutto nella versione di Fausto Leali; “Bang bang” di Sonny 8 Cher che ebbe un ottimo riscontro di vendite anche in Italia grazie alle numerose incisioni tra le quali quelle dell’Equipe 84 e Dalida e una particolare versione in italiano di “Michelle” dei Beatles.
Dalla fortunata edizione di “Canzonissima ’68” sono stati invece tratti “E poi verrà l’autunno” un brano che, proposto da Timi Yuro al Festival di Sanremo ’65 senza eccessiva fortuna, ha offerto a Mina la possibilità di esprimere al meglio le sue straordinarie doti canore e “The Beat Goes On” di Sonny Bono. Sempre da “Canzonissima ’68” é tratto uno dei tanti medley che la cantante eseguiva nella parte finale dello spettacolo di fine anno. I brani proposti sono tre classici, “Mi sono innamorato di te” di Luigi Tenco, “Cry”, un grande successo di Johnny Ray e “Deborah” di Pallavicini-Conte.
Da “Senza rete”, edizione ’68, é ripreso, “Amore, amore, amore, amore” di Piero Piccioni con testo di Alberto Sordi, composto appositamente per il film “Un italiano in America” e inciso all’epoca dalla vocalist Christy e da Lara Saint Paul.
Per concludere, tre tra i più interessanti duetti canori tratti da “Teatro 10”.
Mina interpreta con Milva due spirituals tradizionali, “Motherless child” e “Non arrenderti, uomo”, versione italiana di ” Keep your hand on the plow”; con Fred Bongusto esegue un medley di successi dal repertorio dell’artista molisano, infine, in un memorabile duetto, Mina scrive con Lucio Battisti una delle più belle pagine della canzone italiana.
Fernando Fratarcangeli
  1. Introduzione parlata – Lelio Luttazzi
  2. La musica è finita
  3. Michelle
  4. Medley con Milva e i Folkstudio Gospel:
    • Motherless child
    • Non arrenderti, uomo (Keep Your Hand on That Plow)
  5. Bang bang
  6. Gente (People)
  7. The Beat Goes On
  8. E poi verrà l’autunno
  9. Medley con Fred Bongusto:
    • Quando mi dici così
    • Frida
    • Sei tu, sei tu
    • Doce doce
    • Spaghetti, insalatina e una tazzina di caffè a Detroit
  10. Amore, amore, amore, amore
  11. Medley:
    • Mi sono innamorata di te
    • Cry
    • Deborah
  12. A chi (Hurt)
  13. Medley con Lucio Battisti:
    • Insieme
    • Mi ritorni in mente
    • Il tempo di morire
    • … e penso a te
    • Io e te da soli
    • Eppur mi son scordato di te
    • Emozioni
Galleria immagini
NASTRO
SIGNORI… MINA! – VOL. 1
Musicassetta RARO! Records / Fonit Cetra TMC 359; 1993.
La scaletta delle canzoni è identica alla versione in CD.
Vai alla compilation LOVERS Vai alla compilation LOVERS Torna all'indice delle Miscellanee Vai alla compilation QUEI FAVOLOSI ANNI ’60 • 1966 – 11 Vai alla compilation QUEI FAVOLOSI ANNI ’60 • 1966 – 11